Corso ricostruzione unghie

Corso ricostruzione unghie in gel in ambiente di lavoro professionale dedicato alla nail art

Accademia Venusia presenta il tutorial gratuito per il corso di ricostruzione unghie in gel, in grado di mostrarti le tecniche e le fasi di lavoro per procedere in modo appropriato e professionale nella ricostruzione delle unghie all’interno di un ambiente di lavoro dedicato alla nail art.
Il tutorial è rivolto a tutte le appassionate di estetica, a chi si avvicina per la prima volta al mondo della nail art e in particolare vorrebbe capire le fasi di lavoro, gli step da seguire, i prodotti da utilizzare e le tecniche per ottenere un capolavoro di stile come quello rappresentato dall’immagine di seguito.

Sei un’operatrice nel settore dell’estetica o un’appassionata di nails interessata alla ricostruzione delle unghie?

Segui questo tutorial gratuito e in 10 semplici fasi ti mostreremo come iniziare in modo pratico e professionale la ricostruzione delle unghie in gel all’interno di un ambiente di lavoro dedicato alla nail art

Sei un’appasionata di estetica e di nail art?
Vorresti trasformare la tua passione in un lavoro?
Ti piacerebbe poter creare unghie dallo stile inconfondibile, in modo artistico e professionale, unghie con con una perfetta “curva c”, equilibrate e che possano resistere agli urti della nostra vita quotidiana. 
Anche se non hai mai operato come onicotecnica non essere spaventata, Accademia Venusia è una scuola di formazione con oltre 15 anni di esperienza nel settore e nel corso degli anni ha formato decine di onicotecniche.

Segui il tutorial gratuito dedicato alla ricostruzione delle unghie in gel, il tutorial è destinato a chi si trova nelle fasi iniziali della sua formazione da onicotecnica ed è contestualizzato in un ambiente professionale come un centro estetico o un centro nails.

Elenco del materiale necessario per la ricostruzione delle unghie in gel

• Lampada UV/LED
• Primer (marca e tipologia a scelta)
• Base (marca e tipologia a scelta)
• Finish o top (marca e tipologia a scelta)
• Gel costruttore unghie o gel builder (marca e tipologia a scelta)
• Set di tips (facoltativo)
• Set di cartine o formine
• Cleaner
• Pads
• Pennello per gel
• Lime (varie grane)
• Fresa per onicotecnica con utensili (facoltativa)
• Aspiratore (facoltativo nel caso in cui non sia incorporato al tavolo di lavoro)
• Spazzola 
• Mascherina protettiva monouso
• Guanti monouso
• Cuscino poggiamano (facoltativo)
• Disinfettanti

Se in questo momento alcuni termini non ti sono familiari non ti preoccupare, il loro utilizzo è spiegato nel corso delle 10 fasi seguenti.

Fase 1 – Igienizzazione dell’ambiente di lavoro e sterilizzazione degli attrezzi

La prima fase inizia con la preparazione dell’ambiente di lavoro che deve essere pulito, disinfettato e con gli attrezzi e gli utensili da lavoro opportunamente sterilizzati secondo le normative vigenti.
Un ambiente di lavoro pulito e ordinato è il requisito indispensabile per la professionalità di una onicotecnica oltrechè il miglior veicolo per il passaparola e il successo di ogni attività commerciale dedicata all’estetica e alla nail art.
Il primo step da compiere prima di iniziare ogni tipo di intervento di ricostruzione e/o di nail art è quello di sanificare e igienizzare le proprie mani e quelle della cliente.
La sicurezza della nostra persona e delle nostre clienti è un fattore cruciale specialmente durante questo turbolento periodo di emergenza per il covid, tuttavia utilizzando i protocolli di sicurezza e le opportune protezioni individuali possiamo operare con assoluta tranquillità sia per noi che per le nostre clienti.

Fase 2 – Opacizzazione e preparazione dell’unghia

La fase di opacizzazione mira alla preparazione delle unghie al fine di renderle pronte ai successivi trattamenti. 
Prima di ogni intervento si inizia con una sgrassatura delle unghie, successivamente utilizzando un apposito bastoncino in legno d’arancio (monouso) o con un apposito attrezzo in acciaio denominato “spingi cuticole” si inizia a spingere e/o rimuovere le cuticole all’indietro verso la matrice dell’unghia.
La rimozione delle cuticole è un’operazione molto delicata che deve essere fatta in modo lieve e delicato dove occorre avere “un’occhio esperto”, questo perchè le cuticole rappresentano una protezione naturale per le unghie quindi una loro eccessiva rimozione e/o abrasione potrebbe comprometterne lo stato della salute dell’intera unghia.
L’opacizzazione delle unghie avviene utilizzando apposite lime con differenti livelli di grana.
Per fare questa operazione si possono utilizzare anche dei buffer comunemente chiamati mattoncini e/o un’apposita fresa come accade nel video di seguito. L’utilizzo della fresa viene raccomandato solamente a onicotecniche esperte che abbiano seguito appositi corsi di formazione come quelli organizzati da Accademia Venusia.
Le operazioni si concludono rimuovendo le polveri residue con una spazzola e sgrassando l’unghia con un cleaner. La fase di opacizzazione si conclude quando tutta la superficie delle unghie risulta abrasa e levigata in maniera uniforme.

Fase 3 – Applicazione delle cartine (formine)

La fase dell’applizione delle cartine o formine serve per creare una struttura delle unghie, in modo che siano idonee alla ricostruzione nei passaggi successivi, in alternativa possono essere utilizzate delle tip come descritto nella successiva fase 4.
Le cartine o formine sono adesivi in carta metallizzata plastificata prefustellata, queste hanno stampato sulla parte anteriore una scala di misurazione per avere punti di rifermiento prima di iniziare il lavoro di ricostruzione delle unghie.
Le cartine vanno inserite sotto il letto delle singole unghie.

Fase 4 – Applicazione del primer e della base 

In questa fase del corso di ricostruzione unghie in gel viene applicato una tipologia di prodotto comunemente definito “primer” sopra il letto naturale dell’unghia e aspettare che si asciughi, successivamente viene applicato un altro prodotto definito “base” che deve essere catalizzato nell’apposita lampada UV/LED, circa 2 minuti nel caso di lampada UV, oppure 60 secondi in caso di lamapada LED.
L’applicazione del primer serve a eliminare l’umidità della lamina ungueale rendedola opaca e asciutta, inoltre serve ad attivare l’adesione del prodotto successivo (base) con l’unghia naturale.
Entrambi i prodotti sia il primer che la base vanno applicati in maniera lieve e delicata, in modo che non colino, il primer asciuga all’aria in circa 3 minuti.
In questa fase se necessario applicare le tips (come anticipato nella fase precedente) in modo da dare la lunghezza e la forma desiderata delle unghie concordate con la cliente in precedenza.
Le tips sono unghie finte in materiale plastico, ve ne sono di molte tipologie forme e colori a volte già decorate, servono a creare o a riparare la struttura dell’unghia.

Fase 5 – Applicazione del gel costruttore o builder

Dopo aver applicato il primer e la base, con un apposito pennello viene applicato il “gel costruttore per unghie” comunemente detto “gel”. 
L’applicazione del gel costruttore o builder è cruciale per poter creare una forma dell’unghia cosiddetta “curva a c” in modo da dare alle unghie un effetto lievemente bombato ed esteticamente equilibrato.
Dopo l’applicazione del gel avviene la fase della catalizzazione utilizzando un’apposita lampada UV/LED per circa 2 minuti o 60 secondi in caso di lamapada LED.

Fase 6 – Controllo e formatura dell’unghia

Dopo la catalizzazione con i raggi UV/LED le unghie vengono controllate e limate ulteriormente al fine di assumere la forma desiderata, le operazioni si concludono rimuovendo le polveri residue.

Corso ricostruzione unghie Accademia Venusia fase catalizzazione lampada UV LED


Fase 7 – Applicazione del colore

In questa fase avviene l’applicazione del colore secondo i gusti della cliente. Anche se in apparenza sembra una fase molto veloce in realtà è molto importante perchè occorre interfacciarsi e parlare con la cliente in modo consigliare i giusti colori, in quanto questi insieme alla forma dell’unghia andranno a creare lo stile delle mani e in definitiva della persona.

Fase 8 – Sigillatura

La fase della sigillatura prevede l’applicazione finale di un gel finale ultra lucido comunemente denomicnato “finish o top” che serve a chiudere la catena dei polimeri lasciando la superficie delle unghie liscia e lucida.
Il finish o top si applica quasi come un normale smalto utilizzando il suo pennellino e catalizza con la lampada UV in circa 2 minuti o 60 secondi in caso di lamapada LED.


Fase 9 – Disinfezione e applicazione crema 

Dopo aver terminato tutte le fasi precedenti, viene applicato un’olio emolliente sulle cuticole e una crema idratante alle mani. Questa fase si conclude effettuando un massaggio alle mani e infine con la loro disinfezione.   
Al termine del lavoro se abbiamo seguito tutti gli step descritti dal tutorial, con un’apposita decorazione di nail art, possiamo ottenere delle mani come quelle nell’immagine sotto, dove sono evidenti i segni della professionalità e della cura nei dettagli.

Fase 10 – Igienizzazione e disinfezione dell’ambiente di lavoro

Poichè le attività di nail art dovrebbero essere eseguite all’interno di un contesto di lavoro di tipo professionale come ad esempio un centro nails, un centro estetico, un centro benessere etc, l’ultima fase descritta all’interno del corso di ricostruzione unghie è la preparazione della postazione di lavoro per la cliente successiva.
In questa fase viene effettuata una pulizia e una disinfezione del tavolo da lavoro e una sterilizzazione degli attrezzi utilizzati.

Corso ricostruzione unghie tutorial

Inizia la tua formazione professionale da Onicotecnico 

Accademia Venusia organizza un corso di formazione professionale di 600 ore (di cui 230 di stage) insieme ad OPA (Onicotecnici Professionisti Associati) accreditato dalla Regione Marche, con la possibilità di essere di essere riconosciuto anche da altre regioni

ACCEDI AL CORSO DI FORMAZIONE ONICOTECNICO